BEFANA

UNA “SANA” BEFANA CON LA CALZA FATTA IN CASA

 

Buongiorno care mamme e buon anno! Ebbene, siamo arrivate all’Epifania, che tutte le feste si porta via… ed era anche ora! Basta con pranzi, cenoni e cenette. Basta spazzare ogni mattina sotto l’albero (ma quelli finti non dovrebbero NON perdere gli aghi? Bah!). Basta dover rendere commensali il cognato cacciatore con la zia vegana. Basta file ai negozi di giocattoli per poi scoprire in cassa che il “Digi-dino” bramato da tuo figlio è fuori produzione… insomma, BASTA! Congediamo le feste in dolcezza, preparando insieme qualche tradizionale golosità “da calza”, in grado di far impazzire grandi e piccini, aspettando con gioia la riapertura della scuola di domani!

Iniziamo con queste gelatine di frutta fatte in casa che, senza coloranti né conservanti, sono ben più sane delle “cugine” confezionate! Io non ho trovato grandi difficoltà nel prepararle, ma diciamo che ho dovuto lavorare un po’ sulla consistenza.. non spaventatevi se non vengono perfette al primo tentativo perché ci vuole un po’ di pratica!cake-93988_960_720nnn.jpg

Occorrente: 230gr zucchero, 200ml acqua naturale fredda, 1 limone, 100 succo di frutta (io ho usato pesca e mirtillo), 6 fogli di gelatina alimentare (corrispondono a circa 12gr della “classica” colla di pesce), olio di semi di girasole, qb. Teglia rettangolare o stampini in silicone.

  1.  Versare l’acqua in una ciotola e mettervi la gelatina in ammollo.
  2. Spremere la metà del limone, filtrarla con un colino e porla su un pentolino. Unire 180gr di zucchero e il succo di frutta e portare lentamente ad ebollizione. Lasciar ritirare per circa 5/8 minuti e spegnere.
  3. A questo punto togliere la gelatina dall’acqua e strizzarla molto bene. Aggiungerla al composto nel pentolino e mescolare continuamente (sottolineo il “continuamente” perché in molti libri e siti che propongono questa ricetta viene suggerito di mescolare “ogni tanto”. Se lo farete, il composto finirà nella pattumiera!!)
  4. Foderare la teglia con carta da forno e ungerla bene con l’olio (quest’operazione renderà più semplice staccare le caramelle). Se usate degli stampini in silicone vi consiglio di ungere bene anche questi.
  5. Versare all’interno della teglia o degli stampi il composto gelatinoso e attendere che si raffreddi e solidifichi completamente.
  6. Staccare delicatamente dalla teglia e tagliare a quadratini con un coltello bene affilato, che andrà pulito dopo ogni taglio, su un panno umido (altrimenti viene fuori un casino appiccicoso che non potete neanche immaginare!!)
  7. Mettere 50gr di zucchero in un po’ di carta da forno e “tuffarci” le caramelle una alla volta, avendo cura di ricoprirle in ogni parte et voilà, il gioco è fatto!!

Golosissima “punizione” che non può assolutamente mancare nella calza, il carbone dolce altro non è che una semplice glassa di zucchero e albumi. Il colore, generalmente nero,  è ottenuto dall’aggiunta del colorante per alimenti e poco alcool (nel mio caso Vodka) per crearne la porosità.

carbone20dolce_483765carb18.jpg Occorrente: 600gr zucchero a velo, cremore tartaro, 2 uova (albumi), 1 limone, 2 cucchiai di Vodka pura, 600gr zucchero semolato, 200gr acqua, colorante alimentare in polvere (nero, rosa), aroma di menta.

  1. Sbattere gli albumi a neve ferma, aggiungendo un pizzico di cremore tartaro.
  2. Aggiungere, sempre sbattendo, 600 grammi di zucchero a velo, qualche goccia di succo di limone e due cucchiai di vodka pura. Sbattere fino ad ottenere una glassa densa.
  3. Dividere il composto a metà e unire i rispettivi coloranti.
  4. Versare in un pentolino dal fondo spesso in acciaio, 100gr di acqua e 300gr di zucchero semolato e cuocere finchè il caramello diventa biondo.
  5. Aggiungere il colorante NERO, l’aroma i menta e mescolare.
  6. Versare 3/4 della glassa nera nella stessa pentola mescolando per bene usando il cucchiaio di legno.
  7. Versare subito in uno stampo da plumcake foderato con carta forno.
  8. Aspettare che il composto aumenti di volume SENZA toccarlo, in modo da ottenere un carbone più aerato e lasciar indurire il carbone a temperatura ambiente.

Concludo con una ricetta “furba”, i facilissimi e velocissimi BOUNTY fatti in casa! Da provare assolutamente!

chocolate-283673_aaa960_720

Occorrente: 180 gr latte condensato, 100 gr farina di cocco grattugiato, 150 gr cioccolato al latte tritato.

  1. Unire la farina di cocco e il latte condensato in una terrina. Mescolare bene.
  2. Formare delle palline ovali (anche se non sono perfette non importa, le rimodellerete una volta fredde), riporle in un piatto coperto da carta da forno e mettere in frigo per almeno 2 ore.
  3. Fondere il cioccolato a bagnomaria e lasciarlo raffreddare un pochino.
  4. Rimodellare bene le barrette pressandole con le mani ed immergerle nel cioccolato aiutandovi con una forchetta.
  5. Riporle su una teglia, distanziandole leggermente e mettere in frigo per un paio d’ore.
Annunci