Mamme ribelli, ai fornelli…

DI GIADA SUNDAS

Senza titolo-3-Recuperato (1)
DISEGNO DA STAMPARE E COLORARE (FORMATO A4)

L’indefessa mamma ribelle resta coerente anche in piena pandemia e, nonostante i catastrofici tentativi, continua imperterrita a sfornare schifezze per sopperire alla frustrante reclusione.

La fauna (e anche la scarna flora) di casa mia è vittima da ormai un mese abbondante dei miei mal riusciti esperimenti culinari.
Da queste parti la reclusione si sta facendo più dura che mai, e le mie torte non lasciano spazio alla speranza!
Ecco, quindi, un template in perfetto stile mamma ribelle da far colorare alle povere vittime.

SCARICA IL DISEGNO IN PDF

Giada

 

COOKIEASY (Da fare con i bambini!!)

DI ZIA AVA

Una ricettina facile facile.
Senza bisogno di attrezzature particolari, se non le vispe mani dei bimbi, e con ingredienti che troviamo tutti comodamente in dispensa.

unnamed

Radunate i bambini e aiutateli a versare in una ciotola:

180 gr di farina, mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio, un pizzico di sale,
120 gr di zucchero e 100 gr di gocce di cioccolato

Mescolare tutti gli ingredienti.

Aggiungere alle polveri 1 uovo a temperatura ambiente e mescolare con le mani “Mamma ma appiccica” sarà la frase che sentirete più spesso in questa fase!

In una ciotolina mettere 80gr di burro e fonderlo al microonde.

Unirlo agli altri ingredienti mescolandolo sempre con le mani.

Formare una palla con l’impasto, coprirlo con la pellicola trasparente e metterlo in frigo.

Accendere il forno in modalità statica a 180 gradi e foderate una teglia con la carta forno.

Una volta che il forno sarà a temperatura togliere l’impasto dal frigo, suddividerlo in 10-15 parti più o meno uguali.

Far formare ai bimbi delle palline di impasto (senza maneggiarle troppo). Appoggiarle sulla teglia e premerle LEGGERMENTE con il palmo delle mani.

È molto importante non appiattirle troppo altrimenti i biscotti diventerebbero troppo larghi e sottili.

Decorare le palline con gli Smarties o, se non ne avete e il coronavirus impedisce di uscire a comprarli, con altre gocce di cioccolato.

Poggiandole solamente sulla superficie del biscotto, senza premerle.

Fate attenzione che i bimbi dispongano le palline distanziate tra di loro almeno 5-6 cm perché in cottura si spatascieranno un bel po. Piuttosto, se avete tante palline, fate due teglie.

Infornate nel ripiano centrale del forno per 15 minuti o finché non vedrete i bordi belli dorati.

Mi raccomando! Lasciateli raffreddare completamente nella teglia prima di spostarli altrimenti si sbricioleranno.

I consigli della Zia Ava:

  • Non avete le gocce di cioccolato? Tritate col coltello la stessa quantità di cioccolato fondente.
  • Non avete gli smarties? Potete utilizzare noci, nocciole, mandorle, pinoli o qualsiasi frutta secca.
  • Allergici alla uova? Sostituite l’uovo con mezza banana schiacciata e procedete allo stesso modo.
  • Conservate i cookies in una scatola di latta.

Un DRIVE INN in salotto!

di Valeria Mei Cagnoli

Ieri pomeriggio mi sono messa alla ricerca di un’idea per potervi proporre qualcosa di divertente da fare a casa, in queste noiose serate di quarantena.
Il mio pensiero è andato soprattutto ai bambini che stanno compiendo gli anni in questi giorni, a cui è difficile far comprendere perché non possano festeggiare quel compleanno che aspettano da mesi!

FOTO

Tra le tante opzioni, ecco il DRIVE INN PARTY, perfetto per chi deve festeggiare, ma in realtà anche per trascorrere una serata spensierata in famiglia, poiché abbiamo tutti bisogno di un po’ di leggerezza.

IMG_1282-700x467
Possiamo trasformare il nostro soggiorno in un cinema “all’aperto“, costruendo queste macchinine con scatoloni (per chi li avesse, e io vinco facile dal momento che ho un negozio on line).
Per chi non riuscisse a reperire delle scatole, possono andare benissimo anche le bacinelle da bucato, una sedia stesa a terra, una macchinina giocattolo… insomma, la fantasia non mancherà certamente ai piccoli di casa, consultate loro e vi suggeriranno mille idee!
In un Drive Inn che si rispetti, non possono mancare i pop corn, le bibite e gli hot dog,
per questo qui di seguito, se avete una stampante,  potete scaricare le vostre grafiche stampabili, con cui creare la giusta atmosfera!
Per stampare la ruota clicca qui sotto:
RUOTA

SCATOLA PER POP CORN
ETICHETTE PER SUCCO
FESTONE
BIGLIETTI
CIAK BUON COMPLEANNO

I pop corn potete comprarli già fatti, oppure divertirvi a farli scoppiettare in pentola, non è necessario avere una macchina apposita o un microonde!
E se non volete proiettare un vecchio dvd, basta andare in una delle grandi piattaforme che vi permettono di vedere le nuove uscite in noleggio, come ad esempio Chili Cinema o Amazon Prime.
Lo so, con la mia serata Drive Inn non salverò di certo il mondo, ma spero possa esservi d’aiuto per passare qualche ora spensierata, in questo momento così difficile per tutti noi.
Vale

UN LIBRO PER TE, PAPA’!

di Valeria Mei Cagnoli MOCKUP-LIBRO

Il periodo non è dei più felici e la nostra fortunata generazione di certo non ha mai vissuto un momento così duro. Ribadisco anche qui ciò che ho già scritto sui social e cioè che bisogna restare a casa ed attenerci scrupolosamente alle direttive del nostro governo, solo così potremo aiutare i medici e proteggere le categorie più fragili.

Noi mamme sappiamo bene quale supplizio sia restare a casa con i bambini, farli studiare, giocare e rilassare seppur confinati tra le mura domestiche e per questo mi impegnerò, insieme alle mie nuove compagne di avventura, nel darvi idee e giochini scaricabili per poter sopravvivere quantomeno fino ad aprile.
I tutorial per il Mojito e Margaritas sono quasi pronti. 😉

PAGINA-2-FRONTE

Intanto eccovi qui un piccolo libricino da stampare e personalizzare, che sperò vi possa far passare qualche minuto di allegria insieme ai bambini, che così avranno un “lavoretto” per il loro papà.

PAGINA-2-RETRO

Cliccate sui link qui di seguito per scaricare le pagine. Se possibile, stampate la copertina su cartoncino da 200 grammi e il testo su carta semplice.

COPERTINA

COPERTINA BACK

TESTO FRONT

TESTO BACK

Vi abbraccio tutte virtualmente (e ad un metro di distanza), sperando che presto la vita possa tornare alla meravigliosa quotidianità delle nostre sfuriate mattutine per tirar giù i figli dal letto, dei mirabolanti incastri per far combaciare il nostro lavoro con i loro appuntamenti sportivi e mondani, tra feste ai gonfiabili e cene di classe, sempre di corsa ma perenne ritardo.
E si, alla fine di tutto questo impareremo ad amare di più il nostro ufficio.

Vale

 

BED CHORES

Di Giada Sundas

BED-TIME

Da cinque anni a questa parte, quando è ora di andare a dormire, metto in riproduzione la playlist delle cose da fare prima di andare a letto: forza, fai pipì, lava le mani, ti sei messa le mutande pulite? E così via per decine di volte.
Ora credo di aver raggiunto lo status symbol di madre isterica che alla terza ripetizione, stufa, fa tremare i vetri del Vaticano pur abitando nella pianura padana, quindi, per ovviare al problema (o almeno illudermi per un paio di giorni) ho messo insieme le mie scarsissime competenze grafico-comunicative e le quattro regole di disegno artistico che la buonanima della professoressa Ghiosso cercò invano di trasmettermi, e ho partorito una soluzione.
Qui troverete delle abbozzatissime istruzioni grafiche da stampare a dimensioni cartello pubblicitario, colorare gioiosamente e appiccicare ad altezza figli.

Non posso garantire la certezza risolutiva, ma almeno potrete rimandarli alla consultazione dell’infografica quando vi chiederanno “ma cosa devo faaaaaare?” nonostante lo sappiano benissimo, così da limitare quanto più possibile il cazzeggio e lo sgolamento.

Per le puriste del PDF, il file è scaricabile qui sotto:
File in formato PDF
Giada

DISNEYLAND PARIS PER GENITORI: Istruzioni per l’uso.

c5048213Avete deciso di programmare una breve vacanza in famiglia e state pensando di visitare uno dei luoghi più magici del mondo? Senza dubbio, Disneyland Paris è uno di questi ed è proprio a portata di mano! Due ore d’aereo, navetta o noleggio auto, hotel, parco… insomma tutto molto semplice, apparentemente.

La realtà è che, se non ben pianificata, una vacanza a Disneyland Paris può trasformarsi in una (costosa) corsa contro il tempo per provare a “fare tutto” con la sensazione finale di non aver “fatto niente”.

La buona notizia è che Party Mamma, in vacanza, ha lavorato per voi! Io e Benedetta siamo appena rientrate (vive) da 5 giorni full immersion in famiglia proprio a Disneyland Paris e prima di partire con figli e mariti abbiamo deciso che al nostro ritorno avremmo scritto un vademecum per tutte le altre mamme in partenza.

STEP 1: PRENOTARE L’HOTEL.

Disneyland Paris si trova a una trentina di chilometri da Parigi, in una zona chiamata Marne-la-Vallée dove, dopo la nascita del parco, sono spuntati come funghi alberghi e strutture ricettive di ogni tipo. Noi abbiamo “testato” per voi due strutture, il classico Princess Hotel di Disneyland e il nuovo ed economico Explorers Hotel.

L’hotel PRINCESS è situato all’interno del parco ed è davvero degno del nome che porta: camere e scenografie favolose, piscina con cromoterapia e SPA, personaggi Disney in giro ogni giorno a qualsiasi ora e servizi di ogni tipo. Praticamente: un sogno ad occhi aperti! Ovviamente i sogni non sono gratuiti (soprattutto a Disneyland) ed infatti il costo di questo hotel non è accessibile a tutte le tasche: da 400 a 1200 euro a notte per camere standard e costi esorbitanti anche per colazione (non compresa nel prezzo) e ristorante. Consigliatissimo per chi ha budget elevati oppure bambini molto piccoli, in questo caso la spesa vale il beneficio, perché in pochi minuti si passa dal parco alla propria camera per riposini, cambi di pannolino e pappa.

L’hotel EXPLORERS è la migliore soluzione per chi vuole spendere considerevolmente meno, senza rinunciare al divertimento dei più piccoli. Camere da 90 € pulite e spaziose, enorme area giochi con piscina riscaldata aperta dalle 06 alle 22:30, galeone dei pirati, playground, cinema 4D e sala giochi. Prezzi accessibili anche per la ristorazione (25€ menù buffet adulti, 15€ bambini), anche se la qualità del cibo non è delle migliori. Ottima invece la colazione, compresa nel prezzo. Durante i pasti, i bambini sono liberi di giocare nel galeone al centro della sala, consentendo ai genitori (che devono comunque sorvegliarli) un pò di pace! Inoltre l’hotel offre un servizio navetta comodo e veloce, attivo tutto il giorno fino all’una di notte.

STEP 2: PROGRAMMARE LA GIORNATA AL PARCO

Dal momento che sul lavoro dobbiamo pianificare tutto, io e Benny nella vita privata cerchiamo di goderci ogni istante passato in famiglia senza orologio e senza tante paranoie. EPIC FAIL, a Disneyland questa cosa non si può fare!!  Se non ti programmi tutto a tavolino, rischi di passare la giornata a vagabondare, trascinando i tuoi figli da un gioco all’altro, passando più tempo a fare le file che a goderti il parco!

Quindi prendete carta e penna e annotatevi quanto segue:

  • Scaricate la APP di Disneyland Paris oppure fatevi dare al vostro arrivo mappa dei due parchi e orari degli spettacoli. Pianificate la vostra giornata al parco in base a spettacoli e Parate che sono assolutamente IMPERDIBILI!!!!
  • Se desiderate regalarvi una cena al parco, ricordatevi di prenotare almeno tre giorni prima del vostro arrivo. Sul ristorante da consigliarvi noi non abbiamo dubbi: Chez Remì! Il cibo non è il top della cucina francese ma la location vale la spesa.
  • Il parco offre la possibilità di prenotare gratuitamente un FAST PASS per fascia oraria, che ti permette di selezionare l’orario in cui accedere a uno dei giochi più gettonati saltando la fila. Vicino alle attrazioni in cui è possibile accedere al fast pass ci sono dei distributori automatici e dei tabelloni con le fasce orarie disponibili. Vi basterà scegliere l’ora che fa al caso vostro e ritirare gratuitamente il biglietto. NON LASCIATEVI SCAPPARE QUESTA OPPORTUNITA’! Ho fatto ore e ore di fila prima di capire questa cosa, fatelo per me! 🙂
  • All’entrata di entrambi i parchi Disney ci sono dei punti dedicati al noleggio passeggini ed è un’altra tappa fondamentale per chi ha figli con meno di sei anni! A 20 euro al giorno più 50 euro di cauzione (che vi sarà restituita alla riconsegna) otterrete la libertà dal lamento. Niente “sono stancoooooooo”, “non ce la faccioooooooo”, “ho sonnoooo” “mamma, quando ce ne andiamooooooo?”. Ci siamo capite, si? Inoltre sui passeggini viene scritto il nome del bimbo ed è impossibile confondersi!
  • Per il pranzo vi sconsiglio i ristoranti: file interminabili per mangiare una bruschetta scongelata. Il nostro vivo suggerimento è una bella colazione in albergo a buffet, con pane, prosciutto, formaggi e frutta, per poi “spizzicare” qualcosa al parco durante la giornata, come crépes, waffels, mele caramellate, gelati e pop corn. Per un paio di giorni, si può fare!

STEP 3: SPETTACOLI DA NON PERDERSI

  1. DISNEY PARADE: le parate nel periodo natalizio sono tre e sono tutte meravigliose! Gli orari sono riportati sia sulla APP che sui foglietti informativi che si trovano in albergo e un pò ovunque nei parchi. Non perdetevele e soprattutto cercate di arrivare circa 15 minuti prima per poter prendere un buon posto!
  1. SPETTACOLI DISNEY: il parco offre degli show davvero imperdibili e spettacolari! Qui di seguito vi elenco quelli che proprio non potete non vedere!
  • MICHEY AND THE MAGICIAN (Disney Studios)

n024290_2023feb31_mickey-and-the-magician_16-9

  • LA REINE DES NEIGES (Disneyland)

505157.jpg-r_1280_720-f_jpg-q_x-xxyxx.jpg

Unico avvertimento: se già non ne potete più di “IO LO SOOOO, SI LO SOOOO”, la nenia francese “LIBEREEEEE, DELIVREEEEE” non vi si leverà più dalle orecchie!

  • STITCH LIVE SHOW, solo in lingua INGLESE o FRANCESE (Disney Studios)

Stitch-Live-Disneyland-Paris-10.jpg

STEP 4: ATTRAZIONI MUST

Partendo dall’ovvio presupposto che a Disneyland Paris tutto è magico, bellissimo e meraviglioso, ci sono attrazioni che con i bimbi piccoli è davvero un peccato non fare…

I cartelli apposti all’esterno indicano se i giochi possono spaventare i più piccoli, ma a nostro avviso alcuni sono un pò eccessivi. Di seguito una lista di MUST da non perdere, considerate che i nostri figli hanno 2, 3 e 5 anni.

  • RATATUILLE (Disney Studios)
  • IT’S A SMALL WORLD (Disneyland)
  • PETER PAN’S FLIGHT (Disneyland)
  • IL LABIRINTO DI ALICE (Disneyland)
  • I PIRATI DEI CARAIBI (Disneyland)
  • AREA GIOCO TOYS (Disney Studios)

MEET AND GREET: non fate perdere ai vostri figli la possibilità di conoscere il loro supereroe o la loro principessa preferita! Verificate l’orario e PRENOTATE il vostro incontro nelle aree dedicate, momento davvero magico.

Ultimo piccolo consiglio: portatevi dei mantelli parapioggia e scarpe idonee a pavimento bagnato. Fatevi uno zainetto con un cambio per i bambini (potrebbero sporcarsi molto o bagnarsi), acqua, qualche snack e mettete sia una maglia che un paio di collant termici (come quelli per la neve) e un paio di plaid per scaldarli sul passeggino.

Nella speranza che i nostri consigli possano esservi utili vi auguriamo di trascorrere un soggiorno meraviglioso! Godetevi ogni istante con la vostra famiglia, non c’è davvero nulla di più bello che possa regalarci la vita!

Baci parigini!
V.

CALZE DELLA BEFANA DA COSTRUIRE CON I BAMBINI

La Befana vien pianino, cala giù per il camino, porta ai bimbi che son buoni, tante chicche e tanti doni…

E dove li mette? In un vecchio calzino di papà? Certo che no, li lascia nella calza che abbiamo costruito noi! Premetto che non siamo fenomeni del rammendo e ancor meno del ricamo, ma con la colla a caldo si possono fare un sacco di cose, no? E allora ecco qui un tutorial super facile per costruire la calza della Befana insieme ai vostri bambini!

calza.jpg

COSA VI SERVE PER COSTRUIRE LA VOSTRA CALZA:

  • Scaricare il nostro TEMPLATE CALZA cliccando sopra la scritta
  • Stampare il nostro template per calza su foglio A3
  • Forbici
  • Colla a caldo
  • Stoffa o feltro
  • Decorazioni a piacere (ne potete trovare tantissime in merceria, come abbiamo fatto noi o nei vari negozi per il fai-da-te)

Se vi piace un effetto “cucitura” come abbiamo fatto noi:

  • Ago da lana
  • Filo da lana

Per costruire la calza della Befana dovrete innanzitutto scegliere la stoffa, magari tra qualche vestitino stretto o che i vostri figli non indossano più. Se vi trovate in vacanza o fuori casa come noi una scelta saggia è il feltro. Noi l’abbiamo acquistato da Leroy Merlin (siamo in Francia) ma si trova un pò dappertutto 😉

PROCEDIMENTO PER COSTRUIRE LA CALZA DELLA BEFANA

Passaggi.jpg

Una volta stampato il TEMPLATE, dovrete fissarlo alla stoffa in modo che resti fermo (noi abbiamo usato delle spille da sarto), ritagliarlo e ricavare due sagome identiche. Con un pò di colla a caldo incollate a più riprese i bordi della calza, facendo attenzione a non incollare il lato superiore dove andranno inserite le caramelle.

Per rifinirle esistono due soluzioni:

  1. Come da figura, potete ripiegare i bordi all’interno e fissarli con la colla (soluzione più semplice)
  2. Se vi piace invece l’effetto “cucito”, dovrete prendere ago e file e ripassare tutti i bordi esterni.

COME DECORARE LE VOSTRE CALZE DELLA BEFANA

Come sempre l’unico limite è la FANTASIA! Per abbellire la nostra calza abbiamo scelto di comprare una decorazione in feltro e di fissarla con filo e colla a caldo alla calza. Per potervi dare qualche suggerimento in più, ci siamo fatte un giretto sul web ed abbiamo scelto per voi una serie di immagini da cui poter prendere ispirazione:

Buon lavoro e buona Befana a tutte voi!!

Mamma li MINIONS!

“Minion” è stata la terza parola che la nana ha pronunciato dopo “mamma” e “pappa” (anche se all’Architetto piace pensare che in verità intendesse dire “papà”)… evidentemente l’appeal che questi itterici mostrini hanno sui nostri pargoli (o almeno sui miei) è davvero interessante! Ci sono due lati estremamente positivi in tutto ciò, secondo me: i Minions sono di gran lunga più divertenti delle solite dieci puntate consecutive di Peppa Pig ed hanno un design semplicissimo e riproducibile senza bisogno di essere dei fenomeni!

bpm

Ho ideato per voi queste scatoline porta-caramelle simili alle confezioni di latte, ma in miniatura, ideali anche per chi ha davvero poca, pochissima manualità con il fai-da-te. Tutto ciò che vi occorre è del cartoncino colorato giallo, nero e blu, forbici e colla (meglio se a caldo).

Tutorial minion favor

Il template potete stamparlo su carta comune e ritagliarlo, vi servirà come guida per riprodurre il disegno della scatolina sul cartoncino giallo. Per scaricarlo cliccate sul link qui sotto:

TEMPLATES PER TUTORIAL MINION

Io possiedo una fustellatrice ed ho preferito ritagliare i pezzi dell’occhio separatamente. Per semplificare un po’ il lavoro ho creato un file stampabile con gli occhi del minion già finiti, potete stamparlo su cartoncino rigido e ritagliarlo con delle comuni forbicine incurvate per manicure (“MANICURE”: quella cosa che vi facevate a giorni alterni prima di riprodurvi, ndr).  Un’alternativa sono gli occhi di plastica, quelli che hanno la pupilla sballonzolante, che si trovano ad esempio nei neglozi “Tiger” o in quelli per il fai-da-te.

OCCHIO MINION

c.JPG

Per un perfetto MINIONS PARTY suggerisco l’assoluta semplicità: tre colori sono? Tre colori usiamo! Via libera quindi al giallo, al nero e al bianco con palloncini, tovaglia e set tavola. Possiamo concederci al massimo una punta di blu, ma BATMINIONniente di più.

I Minions possono diventare qualsiasi cosa, quindi via libera alla fantasia! Ho visto minionizzare alberi di Natale, Hello Kitty, Spiderman, Batman, la nonna… insomma c’è davvero da sbizzarrirsi!

Il cake design giocherà una parte fondamentale nell’allestimento e realizzare una torta a forma di Minion è  alla portata di (quasi) tutti. Ancora più semplice sarà rivestire un cupcake o un biscotto.

Lo scorso natale ho realizzato un tutorial per il famoso sito Cake Design Italia (www.cakedesignitalia.it), che consisteva nella trasformazione di un mini-panettone in minion natalizio. Fondamentalmente i passaggi sono gli stessi per realizzare una torta (vi basta evitare la barba e sostituire il rosso con il blu. Vi posto il video qui sotto e vi aspetto per il prossimo party!                                                                                  V.

E Auri ne fa UNO!!

1.jpg

E’ già passato un anno, trecentosessantacinque giorni da quel parto così desiderato, la mia rivincita verso un cesareo sofferto e (forse) evitabile. Intanto lei cresce, strilla, ride,  cammina presuntuosa verso la sua indipendenza che adesso tanto vorrei, consapevole però del fatto che quando arriverà, rimpiangerò questi momenti, così faticosi quanto belli. Essere madre è l’esperienza più incredibile del mondo (cinque anni fa mi sarei presa a schiaffi per una frase del genere, come si cambia…), sono consapevole del privilegio di avere due figli splendidi e festeggiare i loro compleanni è per me un momento davvero magico!

cake.JPG

Come potete immaginare, non mi sono certo risparmiata per realizzare ad Aurora una festa di tutto rispetto, in barba alla tonsillite virale che ci ha colpite ma non affondate, per fortuna! Il tema che ho scelto è stato l’adorabile BABY MINNIE, che a lei piace moltissimo.

Ho realizzato tutto io: decorazioni con palloncini, addobbi, grafica coordinata, torta, dolci e (con l’aiuto di suocera e zia) un menù strepitoso. Indovinate un po’? Una FATICA IMMANE!! Mi sono stramaledetta fino a cinque minuti prima che arrivassero gli ospiti, ma alla fine, la festa è stata un successone! Vi lascio con qualche scatto e, se vi state chiedendo “con cosa avrà fatto le orecchie dei pops”… Si! Ho usato proprio le Smarties!