E Auri ne fa UNO!!

1.jpg

E’ già passato un anno, trecentosessantacinque giorni da quel parto così desiderato, la mia rivincita verso un cesareo sofferto e (forse) evitabile. Intanto lei cresce, strilla, ride,  cammina presuntuosa verso la sua indipendenza che adesso tanto vorrei, consapevole però del fatto che quando arriverà, rimpiangerò questi momenti, così faticosi quanto belli. Essere madre è l’esperienza più incredibile del mondo (cinque anni fa mi sarei presa a schiaffi per una frase del genere, come si cambia…), sono consapevole del privilegio di avere due figli splendidi e festeggiare i loro compleanni è per me un momento davvero magico!

cake.JPG

Come potete immaginare, non mi sono certo risparmiata per realizzare ad Aurora una festa di tutto rispetto, in barba alla tonsillite virale che ci ha colpite ma non affondate, per fortuna! Il tema che ho scelto è stato l’adorabile BABY MINNIE, che a lei piace moltissimo.

Ho realizzato tutto io: decorazioni con palloncini, addobbi, grafica coordinata, torta, dolci e (con l’aiuto di suocera e zia) un menù strepitoso. Indovinate un po’? Una FATICA IMMANE!! Mi sono stramaledetta fino a cinque minuti prima che arrivassero gli ospiti, ma alla fine, la festa è stata un successone! Vi lascio con qualche scatto e, se vi state chiedendo “con cosa avrà fatto le orecchie dei pops”… Si! Ho usato proprio le Smarties!

 

Cheesecake di Halloween

Last but not least, eccovi un dessert perfetto per concludere in dolcezza la serata di Halloween: la mia cheesecake ai cachi mascherata da ragnatela! Nonostante abbia l’aspetto di un complicato prodotto di pasticceria, questa torta si prepara in una manciata di minuti e non necessita alcuna cottura.

Buon Halloween e buon divertimento!

IMG_5699 (2)a

Occorrente: 2 CACHI MATURI, 250ml PANNA già zuccherata (io vegetale), 250gr PHILADELPHIA, 2 fogli GELATINA, LATTE qb, 100gr ZUCCHERO, 80gr BURRO FUSO, 200gr BISCOTTI SECCHI AL CIOCCOLATO (Io Pan di Stelle), 60gr CIOCCOLATO FONDENTE.

Procedimento: preparare la base passando i biscotti nel mixer. Unire il burro fuso e schiacciare bene il tutto contro al fondo della teglia. Mettere in freezer.

In una terrina fredda di frigo, montare la panna. Frullare la polpa dei cachi.

Mettere in ammollo la gelatina in acqua fredda. Strizzarla e scioglierla in un pentolino con poco latte.

Preparare la crema sbattendo con le fruste il formaggio e lo zucchero. Unire i cachi e la gelatina. In ultimo la panna montata, amalgamando con delicatezza per non smontarla.

untitledRicoprire la base della torta con la crema al formaggio e livellare bene la superficie con un coltello o una spatola. Mettere in freezer.

Estrarre la torta dal congelatore e sformarla sul piatto scelto.

Per decorare, far fondere la cioccolata a bagnomaria e metterla in una sac à poche. Fare un foro piccolissimo e creare la ragnatela.

Un menù da… Paura!

A meno di una settimana ad Halloween il menù dovrebbe essere ormai deciso (ricordate il mio articolo su come creare una festa perfetta? Ecco, appunto.) Il sempreverde risotto alla zucca andrà benissimo, magari servito dentro alla zucca stessa, ma cerchiamo almeno di aggiungere qualche nota halloween-iana in più per stupire grandi e piccini. Dall’aperitivo al dolce, eccovi qualche idea per realizzare una cena da brivido, sia che trascorriate la serata in compagnia di amici, sia che restiate a casa con i bambini e i millemila virus e batteri di cui in questi tempi sono forieri. Comunque sia, buon divertimento a tutti!

IMG_5870 (2)Iniziamo con l’aperitivo, uno Spritz scomposto con il Campari servito nella siringa “tuffata” dentro allo shot di prosecco. Decisamente inquietante, ma tant’è.

Per i bambini possiamo ottenere un effetto simile sostituendo il prosecco con la Cedrata (o la Sprite) e riempiendo la siringa con del succo di arance rosse.

dra2

1a

Come accompagnamento al nostro aperitivo, questi crostini saranno perfetti! Siccome il tempo mi è tiranno, io li ho realizzati in una manciata di minuti, 3strizzando sui crostini del Carrefour un po’ di patè di tonno Rio mare (ma sono certa che voi saprete fare di meglio). Dopodiché ho tagliato un’ oliva denocciolata a metà ed ho creato il corpo del ragno. Affettando un’altra mezza oliva ho aggiunto le zampette e, per finire, ho posizionato gli occhi-semi di lino. Voilà! Mio figlio li ha adorati!

IMG_5535 (2)

Dopo il risotto alla zucca, queste mummiette di wurstel in insalata completeranno la cena, per la gioia dei più piccoli che li adorano (lo so, fanno malissimo, ma per una volta si può anche fare, no?).

Per rivestirli ho usate della pasta sfoglia e ricavate gli occhi da due pezzettini di carota. Io li ho serviti su un’abbondante insalata, giusto per riappacificarmi con la mia bio-coscienza.

PicMonkey Collage