Caccia alle uova

di Valeria Mei Cagnoli

BACKDROP

Quest’anno la parola quaresima è stata sostituita da quarantena, la spesa al supermercato da un remake di “Mezzogiorno di fuoco” e i pic nic sull’erba sono un lontano ricordo.
Ma non temere mamma, ne uscirai anche stRavolta e Party Mamma è qui per aiutarti!
Sul profilo Instagram ho già parlato di come creare un prato sul balcone e
bicchier-conigli nascondi uova, ma qui si passa al livello pro.
Se hai una stampante, il kit per la Caccia alle uova è pronto e se ti stai chiedendo come si organizza, ecco qui le istruzioni!

Assegna ad ogni partecipante un colore (normalmente andrebbero divisi i bambini in squadre): quello sarà il colore del coniglietto (che nasconde gli ovetti), che il bambino dovrà scovare durante la caccia!! A seconda dell’età, divertiti a posizionare le uova in posti più o meno facili da trovare.

Sulle uova biglietto scrivi le istruzioni, gli indizi e gli indovinelli, come una vera e propria caccia al tesoro, che potrai anche “tracciare” sulla mappa allegata, basta solo un po’ di fantasia.
Se vuoi divertirti a creare indovinelli in rima, puoi consultare il sito http://www.cercarime.it.
Puoi anche coinvolgere i nonni a distanza, facendoli videochiamare dai bambini durante la caccia per avere un aiutino.

I bambini dovranno trovare tutti i coniglietti abbinati al loro colore (deciderai tu in base a quanti stamparne). Vince il super premio chi li trova tutti nel più breve tempo possibile, ma in realtà vincono tutti perché generalmente si tratta di un grande uovo di cioccolata, da mangiare tutti insieme!

Scarica qui i tuoi printables:
BIGLIETTINI
MAPPA
FRECCE
BLUE BUNNY
GREEN BUNNY
ORANGE BUNNY
PINK BUNNY

Buona caccia e ricorda di vivere con il sorriso questi preziosi momenti anche in casa, perché in fondo è il posto più bello del mondo.

Valeria

 

 

 

 

 

Torta di marshmallows, istruzioni per l’uso

Le torte di marshmallow sono sermpre più presenti sulle sweet tables dei bambini, ma il rapporto qualità/prezzo spesso è molto alto. Inoltre, non sempre possiamo essere certe di come siano state confezionate quindi la soluzione ideale è farsele da sole!

Niente paura! E’ molto più facile di quanto si pensi e, per dimostrarvelo, io e Ben abbiamo pensato di mostrarvi i trucchi per assemblarne una a tre piani, che è in assoluto la più complessa 😉
Buon divertimento e occhio a non pungervi le dita!

Baci appiccicosi!
V.

UN BATTESIMO AL SOLE

Care lettrici, bentornate sul mio blog! L’estate è arrivata e con lei tempo di splendidi eventi all’aria aperta. Oggi vi parlo di BATTESIMO, perciò se siete in procinto di organizzare il primo grande evento nella vita di vostro figlio non potete perdervi quanto segue, garantisce Party Mamma! 😉

IMG_5572 (2)67

Ho pensato ad un allestimento fresco and very sunny! Con questa simpatica lumachina, che ho preparato graficamente in due versioni, una sul rosa e una sul blu, potrete creare un party set davvero tenero e allegro, sia per maschietti (come nel caso che ho proposto io) sia per femminucce.

L’idea è quella di una sweet table in stile “merenda in giardino”, allestita su un tavolo antico. In questo caso ho proposto una crostata, qualche muffin, delle limonate colorate ed ovviamente i confetti, ma voi potrete ovviamente scatenarvi, insieme a nonne e zie, per deliziare i vostri ospiti con ogni genere di golosità. La scritta e le cassette sono di Maison du Monde e possono essere acquistate anche on line sul loro sito (http://www.maisonsdumonde.com/IT/it).

Per le bomboniere ho pensato a questi semplici barattolini, disponibili nella grande distribuzione al costo massimo di un euro. Per realizzarli dovrete munirvi di bi-adesivo per incollare l’etichetta e di un semplice perforatore per realizzare il tondino del tappo, che potrete acquistare anche on line (su e-bay ad esempio sono in vendita a 9,00 euro circa). Insomma, minima spesa e massima resa, as usual.

IMG_5627

La grafica potete scaricarla gratuitamente dalle GRAFICHE STAMPABILI di PARTY MAMMA e se deciderete di realizzare il vostro evento con questo stile, sarei davvero felice di vedere i vostri lavori, qui oppure su fb.

Buon lavoro e buone vacanze!                                                                                                         V.

 

Mamma li MINIONS!

“Minion” è stata la terza parola che la nana ha pronunciato dopo “mamma” e “pappa” (anche se all’Architetto piace pensare che in verità intendesse dire “papà”)… evidentemente l’appeal che questi itterici mostrini hanno sui nostri pargoli (o almeno sui miei) è davvero interessante! Ci sono due lati estremamente positivi in tutto ciò, secondo me: i Minions sono di gran lunga più divertenti delle solite dieci puntate consecutive di Peppa Pig ed hanno un design semplicissimo e riproducibile senza bisogno di essere dei fenomeni!

bpm

Ho ideato per voi queste scatoline porta-caramelle simili alle confezioni di latte, ma in miniatura, ideali anche per chi ha davvero poca, pochissima manualità con il fai-da-te. Tutto ciò che vi occorre è del cartoncino colorato giallo, nero e blu, forbici e colla (meglio se a caldo).

Tutorial minion favor

Il template potete stamparlo su carta comune e ritagliarlo, vi servirà come guida per riprodurre il disegno della scatolina sul cartoncino giallo. Per scaricarlo cliccate sul link qui sotto:

TEMPLATES PER TUTORIAL MINION

Io possiedo una fustellatrice ed ho preferito ritagliare i pezzi dell’occhio separatamente. Per semplificare un po’ il lavoro ho creato un file stampabile con gli occhi del minion già finiti, potete stamparlo su cartoncino rigido e ritagliarlo con delle comuni forbicine incurvate per manicure (“MANICURE”: quella cosa che vi facevate a giorni alterni prima di riprodurvi, ndr).  Un’alternativa sono gli occhi di plastica, quelli che hanno la pupilla sballonzolante, che si trovano ad esempio nei neglozi “Tiger” o in quelli per il fai-da-te.

OCCHIO MINION

c.JPG

Per un perfetto MINIONS PARTY suggerisco l’assoluta semplicità: tre colori sono? Tre colori usiamo! Via libera quindi al giallo, al nero e al bianco con palloncini, tovaglia e set tavola. Possiamo concederci al massimo una punta di blu, ma BATMINIONniente di più.

I Minions possono diventare qualsiasi cosa, quindi via libera alla fantasia! Ho visto minionizzare alberi di Natale, Hello Kitty, Spiderman, Batman, la nonna… insomma c’è davvero da sbizzarrirsi!

Il cake design giocherà una parte fondamentale nell’allestimento e realizzare una torta a forma di Minion è  alla portata di (quasi) tutti. Ancora più semplice sarà rivestire un cupcake o un biscotto.

Lo scorso natale ho realizzato un tutorial per il famoso sito Cake Design Italia (www.cakedesignitalia.it), che consisteva nella trasformazione di un mini-panettone in minion natalizio. Fondamentalmente i passaggi sono gli stessi per realizzare una torta (vi basta evitare la barba e sostituire il rosso con il blu. Vi posto il video qui sotto e vi aspetto per il prossimo party!                                                                                  V.

E Auri ne fa UNO!!

1.jpg

E’ già passato un anno, trecentosessantacinque giorni da quel parto così desiderato, la mia rivincita verso un cesareo sofferto e (forse) evitabile. Intanto lei cresce, strilla, ride,  cammina presuntuosa verso la sua indipendenza che adesso tanto vorrei, consapevole però del fatto che quando arriverà, rimpiangerò questi momenti, così faticosi quanto belli. Essere madre è l’esperienza più incredibile del mondo (cinque anni fa mi sarei presa a schiaffi per una frase del genere, come si cambia…), sono consapevole del privilegio di avere due figli splendidi e festeggiare i loro compleanni è per me un momento davvero magico!

cake.JPG

Come potete immaginare, non mi sono certo risparmiata per realizzare ad Aurora una festa di tutto rispetto, in barba alla tonsillite virale che ci ha colpite ma non affondate, per fortuna! Il tema che ho scelto è stato l’adorabile BABY MINNIE, che a lei piace moltissimo.

Ho realizzato tutto io: decorazioni con palloncini, addobbi, grafica coordinata, torta, dolci e (con l’aiuto di suocera e zia) un menù strepitoso. Indovinate un po’? Una FATICA IMMANE!! Mi sono stramaledetta fino a cinque minuti prima che arrivassero gli ospiti, ma alla fine, la festa è stata un successone! Vi lascio con qualche scatto e, se vi state chiedendo “con cosa avrà fatto le orecchie dei pops”… Si! Ho usato proprio le Smarties!

 

Cupcakes al cioccolato con crema al mascarpone e burro di arachidi

Anche quest’anno è arrivato settembre e per me significa una cosa sola: l’abbonamento alla palestra. Stanca di vani tentativi estivi di diete drastiche, arrivo sempre carica e piena di entusiasmo all’appuntamento con la mia rémise en forme autunnale e, bancomat alla mano, prima rinnovo il mio guardaroba con scarpe sportive e tuta nuove, per poi continuare a strisciare la mia amata carta nel centro sportivo prescelto, di solito fichissimo e all’avanguardia, dove con circa 500 euro mi assicuro un anno di sudore e fatica. Tutto perfetto, se non per un piccolo trascurabile dettaglio: io mi iscrivo e poi, in palestra, non ci metto piede. Mai. Nemmeno per trascorrere una piacevole mezzora nell’area benessere (senza figli!). #maledettame.

Per distrarre l’Architetto (mio marito) dalla mia rinnovata iscrizione e me dai sensi di colpa, ho preparato questi cupcakes e posto qui la ricetta perché sono buoni, ipercalorici e abbastanza grassi da farvi prendere un paio di etti a morso. Sono una stronza sovrappeso che non va in palestra e vi vuole grasse. Comunque i bambini li adorano… Buon appetito.

Ingredienti: 200gr burro, 200gr farina autolievitante, 200gr zucchero semolato, 4 uova, una bacca di vaniglia, due cucchiaini di cacao amaro. Per il frosting: 150gr mascarpone, 150gr zucchero a velo, 250gr panna da montare non zuccherata e un cucchiaio di burro di arachidi.

Montate il burro precedentemente ammorbidito con lo zucchero, fino ad ottenere un composto spumoso. Unire le uova una ad una ed infine la farina e il cacao setacciati.

Cuocere in forno caldo a 180° per 20 minuti.

Per il frosting: montare la panna con lo zucchero. Aggiungere il mascarpone ed in ultimo il burro di arachidi, continuando a montare. Trasferire il tutto in una tasca da pasticcere e mettere in freezer per 15 minuti prima di distribuirla sui cupcakes raffreddati.

Jurassic party!!

Inauguro questo blog parlando di mio figlio Andrea, un neo tre-enne con un superpotere (la resistenza al sonno), e una super-passione: i dinosauri. La sua festa di compleanno non poteva che essere serale (tanto per lui il giorno non finisce mai) e, per dirlo con parole sue, “dinosaurosa”. Non immaginatevi però teneri e simpatici personaggi colorati in stile “Treno dei dinosauri”. Lui ha voluto T-Rex e Velociraptor come se piovessero!!

IMG_4813 (2)
Torta 3D velociraptor
22222
Il buffet della festa che piace ai dinosauri

Quando c’è di mezzo una festa piena di marmocchi iper-edulclorati, la location è il primo problema da affrontare. Se non si hanno a disposizione nonne pazienti con giardini ben curati, le sale a pagamento rappresentano spesso l’unica soluzione praticabile.  Io, fortunatamente, appartengo alla prima categoria e il giardino di mia suocera è la mia salvezza.

Per il compleanno di mio figlio preparo sempre tutto in netto anticipo, addirittura anche diversi mesi prima. La torta è il problema peggiore. “Ma come? Ma non sei una cake designer?”, direte voi. Vi spiego: il problema nasce proprio perché io i dolci li faccio di mestiere. Mio figlio viene spesso con me sul lavoro e vede torte strepitose che sono quasi sempre per altri bambini. Ca va sans dire che quando il festeggiato è lui, la torta ha un certo standard da mantenere

Quest’anno ho preparato tutto in un paio di mesi, ma mi ci sono volute tre ore sotto il sole cocente per posizionare gli allestimenti e creare le varie zone gioco. Appena finito un temporale tropicale mi ha colto di sorpresa, #maledettobucodellozono. Dato che mancava circa una mezz’ora all’arrivo degli ospiti, ho deciso di non perdermi troppo d’animo e (imprecando come un camionista sulla Salerno-Reggio Calabria) mi sono data una mossa ed ho ri-allestito tutto in soggiorno, mettendo al lavoro tutti i presenti: nonni, zii, cugini, fidanzate dei cugini, passanti…

E fu una festa fichissima. Peccato per le mie decolleté, che avevo lasciato in giardino e che ancora stanno gocciolando.

IMG_5205 (2)

IMG_5222 (2)
Ricordini giurassici per i bambini
1ph
Photobooth
IMG_4835 (2)
Ri-allestimento in interni

Jurassic Party DIY:

  • Per preparare i biscotti giurassici… io e Andrea ci siamo fatti aiutare così:
Biscotti fossili
Biscotti fossili
  • Dinocoli
    Dinocoli

    Con del cartoncino abbiamo creato questi DINOCOLI che i bambini hanno molto apprezzato. La cosa divertente era che osservando l’orizzonte si vedevano i dinosauri, grazie a dei coriandoli per festa incollati all’interno.