Dimmi chi segui e ti dirò chi sei

di Valeria Mei Cagnoli

Stamattina mi sono svegliata con la voglia di condividere alcuni pensieri personali con voi, siamo abituate a ridere, a scherzare e soprattutto a festeggiare, ma c’è una vita dietro a queste pagine, la mia vita.
Ieri sera, bimbi a nanna con il papà, riesco ad appropriarmi del divano da sola, mi sparo l’ultimo episodio de “Il caso O.J.Simpson”, senza dover prendere tutto il tempo a calci mio marito che mi russa nelle orecchie.
Un sogno.
E infatti me sò svejata subbbito..

Alle 23, sul profilo Instagram di Party Mamma, ho subito un attacco hater, l’ennesimo.
Il mio non è un profilo fintamente wow, io mi vesto come una gattara perchè lavoro davvero e non ho certo il tempo di curare il mio outfit per andare in un magazzino dove fanno 40 gradi d’estate e 4 in inverno.
Quindi che vorranno mai da una come me queste scimmie da tastiera?

Il mio problema principale è che, da sempre, non so stare zitta e questa cosa da molto fastidio.

Le mie nuove amiche della buonanotte, si sono divise in due categorie.
La prima una “collega” senza figli ma tronfia di arroganza, che si è fatta rodere perché (a differenza sua), io i corsi di party planning non li faccio pagare e mi ha accusata di “non essere una professionista”, perplimendosi pubblicamente su cosa io potessi insegnare gratuitamente. Considerando che la signora in questione è passata dai mini club in bar e ristoranti di provincia a party influencer per autoproclamazione instagrammiana, diciamo pure che lascia il tempo che trova, ho risposto pubblicamente alla sua accusa biliosa e ho cestinato qualsiasi tentativo da parte di sua di contattarmi.
Non mi interessa proprio perdere tempo.

L’altro fronte di attacco è quello che ritengo più preoccupante e su cui vorrei concentrare l’attenzione, perché a tenderlo sono state delle mamme, ragazze e donne come me, che hanno messo a letto i loro bambini esattamente come ho fatto io, leggendo loro una storia e accarezzandoli con amore, per poi mettersi davanti a uno schermo a sputare veleno contro un’altra donna.

“Sei una stonza
“Lavori da schifo
“Cancelli i commenti schifosa
” xxx è una vera party planner tu non sei nessuno
Frustrata del cazzo devi sparire”
” Mi fa cagare il tuo sito”
“Sei un’arrogante, la tua vita fa schifo
“Sembri una gattara” (questo però me fa tanto ride, io amo le gattare!)

Ma voi lo sapete cosa si prova davvero a leggere queste cose?
Lo stomaco arriva dritto in gola, il cuore inizia a galopparti fuori dal petto, le mani tremano e la voce che vorresti urlare resta serrata nelle tonsille.
Ecco.

E poi ti chiedi perchè? Da chi arriva tutto questo? E scopri i loro profili di mamme, di creative, di “donne che amano le donne“, di “Je suis Charlie” e “donne unite contro il bodyshaming“.
Se lallero.

La verità è che sono semplici ragazze frustrate, che si innamorano di “personaggi” che vedono brillare sui social, che si mettono in bocca frasi e paroloni acchiappa-like, ma che nella vita vera sono solo delle morte di fama. In effetti se ci pensiamo è così, essere famosi un tempo era una cosa seria, dovevi farti il mazzo e dimostrare al mondo che avevi un talento, uno qualsiasi ma ce lo avevi.
Oggi no, oggi basta un buon I-phone, un sapiente uso dei filtri, una spiccata attitudine alla menzogna e voilà, sei famosa e hai pure i tuoi codici sconto.
E poi ti fai i Tic Toc, con la voce di quelli che vanno a litigare da Maria e daje a ride, sei una star!
Eh si, amiche mie, se solo tornasse di moda quella cosa scomparsa chiamata vergogna, oggi potremmo rivalutare chi negli anni novanta riusciva a scorreggiare con le ascelle. Oh, almeno quelli un talento lo avevano.

Tornando a noi e al titolo di questo articolo l’unico fil rouge che ho trovato negli attacchi di cui sono stata bersaglio la notte scorsa sono stati i follow, poiché tutte le mammine haterine hanno in comune gli stessi profili seguiti, ovvero quelli a cui ho risposto per le rime. Concludo dicendo che ci vorrebbe almeno un pochino di responsabilità in ciò che si fa se ci si vuol donare al pubblico. Non basta prendere per i fondelli le persone spacciandosi per chi non siamo. Io sono convinta (e lo dico da ex attrice) che le maschere non si possano indossare per sempre, prima o poi le persone ci vedranno per ciò che siamo realmente. E’ solo una questione di tempo.
Sono anche fiera della mia community e del nostro hashtag #noinonsiamocomelealtre con cui esorto sempre chi mi segue a non odiare mai chi odia me. Non voglio giorgianare con frasi fatte tipo “l’odio genera odio, l’amore genera amore e lallero genera lallero”, ma un pò di sana responsabilità ci vuole, da parte di tutti.

La buona notizia è che c’è ancora un debole spiraglio di quella cosa straordinaria chiamata democrazia ed è la libertà di scelta, che nell’era moderna si è inglobata in un tasto: unfollow.

Party hard amiche mie, ma con gentilezza.

REGALIAMOCI UN GIORNO DI PACE, MAMME!

Di Valeria Mei Cagnoli

kit-mamma

Amiche mie, la festa della mamma è alle porte e come al solito Party Mamma arriva in soccorso, ma con del sano fai-da-te, perché – DICIAMOCELO – non possiamo di certo contare sui mariti!
Il lavoretto stavolta ce lo realizziamo noi e lasciamo a loro il duro compito di servirci! Eh si care mie, ve l’avevo promesso o no?

Avete presente quella sensazione di pace, intimità e privacy che si provano a stare in bagno da sole? No di certo, I know. E allora regaliamocela con questo printable!
Comprende un bel banner, un cake topper, un bel room service per colazione.. ma la cosa fondamentale, che per un giorno ci cambierà davvero la vita, è il cartello DO NOT DISTURB con foglio lamentele e richieste impellenti, che impedirà ai nostri figli (e consorti) di entrare in bagno mentre ci siamo noi!
Un giorno di vera libertà, magari magari aggiungiamo anche due mandate di chiave alla porta, tanto per stare più sicure…

Scarica qui i tuoi printable:
BANNER
CAKE TOPPER
PORTA
BIGLIETTI

Buona festa, mamme!

DOLCISSIME ROSE AL MASCARPONE… PER FESTEGGIARCI, MAMME!

DI JENNIFER CUPPONE E VALERIA MEI CAGNOLI

Una ricetta facilissima e infallibile, un video passo passo e un printable dolcissimo… eh si ragazze, quando Jennifer e Valeria si mettono al lavoro potete aspettarvi grandi cose!
Ma iniziamo dalla ricetta.. niente crema al burro eh, che qui siamo italiane e buongustaie.
Mi raccomando realizzatele, condividetele e non dimenticate di taggare @tortamiacasa e @partymamma_net!

Ingredienti 
2 UOVA
100gr ZUCCHERO
140gr FARINA
1/2 Bustina LIEVITO PER DOLCI
50ml LATTE
50ml OLIO DI SEMI
Pizzico di SALE

Montare zucchero, uova e il pizzico di sale fino ad avere una bella montata color avorio. Aggiungere farina mescolata con il lievito, alternando con olio e latte.
Mettere l’impasto nella teglia dei muffin con un pirottino di carta neutro (lo andremo a coprire successivamente con il wrapper).
Infornare a 180° per 20 minuti circa, in base al vostro forno.

Per la crema al mascarpone:
250gr MASCARPONE
250gr PANNA
2 Cucchiai ZUCCHERO A VELO.

Montate il mascarpone con la panna e unite lo zucchero. Suddividete la crema in 4-5 colori (non dimenticate una parte colorata di verde per le foglie) con i coloranti in gel.
Seguite il video per vedere come decorare i vostri cupcake!
Potete prepararli il giorno prima e conservarli in frigorifero. Saranno perfetti anche il giorno dopo.

CLICCA QUI PER SCARICARE LA TUA GRAFICA STAMPABILE
CUPCAKE HOLDER

Mamme ribelli, ai fornelli…

DI GIADA SUNDAS

Senza titolo-3-Recuperato (1)
DISEGNO DA STAMPARE E COLORARE (FORMATO A4)

L’indefessa mamma ribelle resta coerente anche in piena pandemia e, nonostante i catastrofici tentativi, continua imperterrita a sfornare schifezze per sopperire alla frustrante reclusione.

La fauna (e anche la scarna flora) di casa mia è vittima da ormai un mese abbondante dei miei mal riusciti esperimenti culinari.
Da queste parti la reclusione si sta facendo più dura che mai, e le mie torte non lasciano spazio alla speranza!
Ecco, quindi, un template in perfetto stile mamma ribelle da far colorare alle povere vittime.

SCARICA IL DISEGNO IN PDF

Giada

 

Un DRIVE INN in salotto!

di Valeria Mei Cagnoli

Ieri pomeriggio mi sono messa alla ricerca di un’idea per potervi proporre qualcosa di divertente da fare a casa, in queste noiose serate di quarantena.
Il mio pensiero è andato soprattutto ai bambini che stanno compiendo gli anni in questi giorni, a cui è difficile far comprendere perché non possano festeggiare quel compleanno che aspettano da mesi!

FOTO

Tra le tante opzioni, ecco il DRIVE INN PARTY, perfetto per chi deve festeggiare, ma in realtà anche per trascorrere una serata spensierata in famiglia, poiché abbiamo tutti bisogno di un po’ di leggerezza.

IMG_1282-700x467
Possiamo trasformare il nostro soggiorno in un cinema “all’aperto“, costruendo queste macchinine con scatoloni (per chi li avesse, e io vinco facile dal momento che ho un negozio on line).
Per chi non riuscisse a reperire delle scatole, possono andare benissimo anche le bacinelle da bucato, una sedia stesa a terra, una macchinina giocattolo… insomma, la fantasia non mancherà certamente ai piccoli di casa, consultate loro e vi suggeriranno mille idee!
In un Drive Inn che si rispetti, non possono mancare i pop corn, le bibite e gli hot dog,
per questo qui di seguito, se avete una stampante,  potete scaricare le vostre grafiche stampabili, con cui creare la giusta atmosfera!
Per stampare la ruota clicca qui sotto:
RUOTA

SCATOLA PER POP CORN
ETICHETTE PER SUCCO
FESTONE
BIGLIETTI
CIAK BUON COMPLEANNO

I pop corn potete comprarli già fatti, oppure divertirvi a farli scoppiettare in pentola, non è necessario avere una macchina apposita o un microonde!
E se non volete proiettare un vecchio dvd, basta andare in una delle grandi piattaforme che vi permettono di vedere le nuove uscite in noleggio, come ad esempio Chili Cinema o Amazon Prime.
Lo so, con la mia serata Drive Inn non salverò di certo il mondo, ma spero possa esservi d’aiuto per passare qualche ora spensierata, in questo momento così difficile per tutti noi.
Vale

UN LIBRO PER TE, PAPA’!

di Valeria Mei Cagnoli MOCKUP-LIBRO

Il periodo non è dei più felici e la nostra fortunata generazione di certo non ha mai vissuto un momento così duro. Ribadisco anche qui ciò che ho già scritto sui social e cioè che bisogna restare a casa ed attenerci scrupolosamente alle direttive del nostro governo, solo così potremo aiutare i medici e proteggere le categorie più fragili.

Noi mamme sappiamo bene quale supplizio sia restare a casa con i bambini, farli studiare, giocare e rilassare seppur confinati tra le mura domestiche e per questo mi impegnerò, insieme alle mie nuove compagne di avventura, nel darvi idee e giochini scaricabili per poter sopravvivere quantomeno fino ad aprile.
I tutorial per il Mojito e Margaritas sono quasi pronti. 😉

PAGINA-2-FRONTE

Intanto eccovi qui un piccolo libricino da stampare e personalizzare, che sperò vi possa far passare qualche minuto di allegria insieme ai bambini, che così avranno un “lavoretto” per il loro papà.

PAGINA-2-RETRO

Cliccate sui link qui di seguito per scaricare le pagine. Se possibile, stampate la copertina su cartoncino da 200 grammi e il testo su carta semplice.

COPERTINA

COPERTINA BACK

TESTO FRONT

TESTO BACK

Vi abbraccio tutte virtualmente (e ad un metro di distanza), sperando che presto la vita possa tornare alla meravigliosa quotidianità delle nostre sfuriate mattutine per tirar giù i figli dal letto, dei mirabolanti incastri per far combaciare il nostro lavoro con i loro appuntamenti sportivi e mondani, tra feste ai gonfiabili e cene di classe, sempre di corsa ma perenne ritardo.
E si, alla fine di tutto questo impareremo ad amare di più il nostro ufficio.

Vale

 

Come realizzare un centrotavola di palloncini in modo facile e veloce!

Care Party Mamme, l’affetto che dimostrate quotidianamente a me e Benny è davvero qualcosa di unico al mondo!
Il lavoro con il sito http://www.partymamma.it ci sta impegnando moltissimo ultimamente, ma non vediamo l’ora di riprendere a girare nuove puntate di SOS Party Mamma sul nostro canale YouTube!
Posto qui il nostro video più cliccato nell’attesa di quelli che verranno. Mi raccomando, continuate a scriverci i tutorial che vorreste e noi li prepareremo per voi!

Qui sotto potrete scaricare il template per realizzare la coroncina glitterata.
CLICCA QUI PER SCARICARE IL TEMPLATETEMPLATE-CORONCINA

Baci grati!
V

Torta di marshmallows, istruzioni per l’uso

Le torte di marshmallow sono sermpre più presenti sulle sweet tables dei bambini, ma il rapporto qualità/prezzo spesso è molto alto. Inoltre, non sempre possiamo essere certe di come siano state confezionate quindi la soluzione ideale è farsele da sole!

Niente paura! E’ molto più facile di quanto si pensi e, per dimostrarvelo, io e Ben abbiamo pensato di mostrarvi i trucchi per assemblarne una a tre piani, che è in assoluto la più complessa 😉
Buon divertimento e occhio a non pungervi le dita!

Baci appiccicosi!
V.

LE LANTERNE LAST MINUTE

Ecco che si avvicina la prima festività invernale e noi vorremmo poter fare cose grandi con i nostri figli, sorprenderli con idee geniali, costruire insieme a loro scenografie spaventose in cartapesta da appendere in giardino e magari invitare tutti i bambini della classe per una bella merenda a tema piena di cupcakes decorati e cioccolata! Il problema è che la realtà ad un certo punto viene a prenderci a schiaffi e a ricordarci che abbiamo scadenze in ufficio, la cena con i suoceri, i panni da stirare che non si sa come sono diventati una montagna adagiata sulla lavatrice… e per le più fortunate (come la sottoscritta) c’è pure il marito con la laringite, che giace da due giorni in uno stato di pre-morte sul letto, del resto ha la febbre a 37.9 poverino, che ne posso capire io della sua sofferenza?? (Io, che ho solo partorito due volte!!). Comunque sia, la buona notizia è che i nostri figli  ci amano così tanto da lasciarsi sorprendere da piccole cose banali, per cui altro non serve che un pò di fantasia e 10 minuti del nostro tempo, la cosa più preziosa che possiamo donargli! 

22664233_1920298078219411_131033165_o

NECESSARIO PER PREPARARE LE LANTERNE MUMMIA

 

Per realizzare queste semplici lanterne vi occorreranno: DUE (o più) BARATTOLI tipo Quattro Stagioni, scotch di carta, garza elastica a rullo, occhi di plastica (si trovano nei negozietti per casalinghi o fai-da-te), due TEA LIGHT, altre decorazioni come ragnetti in plastica (noi abbiamo messo le coccinelle viola).

STEP 1: Rivestite i barattoli con lo scotch di carta, insistendo bene sulla marca impressa nel vetro, io mi sono fatta aiutare da mio figlio Andrea 😉

STEP 2: Rivestire adesso nuovamente i barattoli completamente ricoperti di nastro con la garza, bloccate la garza con un pò di colla a caldo oppure con i gancetti che si trovano nelle confezioni.

STEP 3: Incollare gli occhietti di plastica con un pò di colla (va benissimo anche una comune colla vinilica).

STEP 4: Completare “sporcando” la mummia, per farla sembrare un pò più realistica. Io e Andrea abbiamo usato il fondo del mio caffè  e un pennellino. Inserire la TEA LIGHT nel vasetto e il gioco è fatto!

Et voilà amiche, dite la verità! Ci avete messo più o meno di 10 minuti?

Valeria e Andrea

22751091_1920309924884893_1955373612_o
FOTO DI GRUPPO 🙂