Mamme ribelli, ai fornelli…

DI GIADA SUNDAS

Senza titolo-3-Recuperato (1)
DISEGNO DA STAMPARE E COLORARE (FORMATO A4)

L’indefessa mamma ribelle resta coerente anche in piena pandemia e, nonostante i catastrofici tentativi, continua imperterrita a sfornare schifezze per sopperire alla frustrante reclusione.

La fauna (e anche la scarna flora) di casa mia è vittima da ormai un mese abbondante dei miei mal riusciti esperimenti culinari.
Da queste parti la reclusione si sta facendo più dura che mai, e le mie torte non lasciano spazio alla speranza!
Ecco, quindi, un template in perfetto stile mamma ribelle da far colorare alle povere vittime.

SCARICA IL DISEGNO IN PDF

Giada

 

COOKIEASY (Da fare con i bambini!!)

DI ZIA AVA

Una ricettina facile facile.
Senza bisogno di attrezzature particolari, se non le vispe mani dei bimbi, e con ingredienti che troviamo tutti comodamente in dispensa.

unnamed

Radunate i bambini e aiutateli a versare in una ciotola:

180 gr di farina, mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio, un pizzico di sale,
120 gr di zucchero e 100 gr di gocce di cioccolato

Mescolare tutti gli ingredienti.

Aggiungere alle polveri 1 uovo a temperatura ambiente e mescolare con le mani “Mamma ma appiccica” sarà la frase che sentirete più spesso in questa fase!

In una ciotolina mettere 80gr di burro e fonderlo al microonde.

Unirlo agli altri ingredienti mescolandolo sempre con le mani.

Formare una palla con l’impasto, coprirlo con la pellicola trasparente e metterlo in frigo.

Accendere il forno in modalità statica a 180 gradi e foderate una teglia con la carta forno.

Una volta che il forno sarà a temperatura togliere l’impasto dal frigo, suddividerlo in 10-15 parti più o meno uguali.

Far formare ai bimbi delle palline di impasto (senza maneggiarle troppo). Appoggiarle sulla teglia e premerle LEGGERMENTE con il palmo delle mani.

È molto importante non appiattirle troppo altrimenti i biscotti diventerebbero troppo larghi e sottili.

Decorare le palline con gli Smarties o, se non ne avete e il coronavirus impedisce di uscire a comprarli, con altre gocce di cioccolato.

Poggiandole solamente sulla superficie del biscotto, senza premerle.

Fate attenzione che i bimbi dispongano le palline distanziate tra di loro almeno 5-6 cm perché in cottura si spatascieranno un bel po. Piuttosto, se avete tante palline, fate due teglie.

Infornate nel ripiano centrale del forno per 15 minuti o finché non vedrete i bordi belli dorati.

Mi raccomando! Lasciateli raffreddare completamente nella teglia prima di spostarli altrimenti si sbricioleranno.

I consigli della Zia Ava:

  • Non avete le gocce di cioccolato? Tritate col coltello la stessa quantità di cioccolato fondente.
  • Non avete gli smarties? Potete utilizzare noci, nocciole, mandorle, pinoli o qualsiasi frutta secca.
  • Allergici alla uova? Sostituite l’uovo con mezza banana schiacciata e procedete allo stesso modo.
  • Conservate i cookies in una scatola di latta.

UN LIBRO PER TE, PAPA’!

di Valeria Mei Cagnoli MOCKUP-LIBRO

Il periodo non è dei più felici e la nostra fortunata generazione di certo non ha mai vissuto un momento così duro. Ribadisco anche qui ciò che ho già scritto sui social e cioè che bisogna restare a casa ed attenerci scrupolosamente alle direttive del nostro governo, solo così potremo aiutare i medici e proteggere le categorie più fragili.

Noi mamme sappiamo bene quale supplizio sia restare a casa con i bambini, farli studiare, giocare e rilassare seppur confinati tra le mura domestiche e per questo mi impegnerò, insieme alle mie nuove compagne di avventura, nel darvi idee e giochini scaricabili per poter sopravvivere quantomeno fino ad aprile.
I tutorial per il Mojito e Margaritas sono quasi pronti. 😉

PAGINA-2-FRONTE

Intanto eccovi qui un piccolo libricino da stampare e personalizzare, che sperò vi possa far passare qualche minuto di allegria insieme ai bambini, che così avranno un “lavoretto” per il loro papà.

PAGINA-2-RETRO

Cliccate sui link qui di seguito per scaricare le pagine. Se possibile, stampate la copertina su cartoncino da 200 grammi e il testo su carta semplice.

COPERTINA

COPERTINA BACK

TESTO FRONT

TESTO BACK

Vi abbraccio tutte virtualmente (e ad un metro di distanza), sperando che presto la vita possa tornare alla meravigliosa quotidianità delle nostre sfuriate mattutine per tirar giù i figli dal letto, dei mirabolanti incastri per far combaciare il nostro lavoro con i loro appuntamenti sportivi e mondani, tra feste ai gonfiabili e cene di classe, sempre di corsa ma perenne ritardo.
E si, alla fine di tutto questo impareremo ad amare di più il nostro ufficio.

Vale

 

BED CHORES

Di Giada Sundas

BED-TIME

Da cinque anni a questa parte, quando è ora di andare a dormire, metto in riproduzione la playlist delle cose da fare prima di andare a letto: forza, fai pipì, lava le mani, ti sei messa le mutande pulite? E così via per decine di volte.
Ora credo di aver raggiunto lo status symbol di madre isterica che alla terza ripetizione, stufa, fa tremare i vetri del Vaticano pur abitando nella pianura padana, quindi, per ovviare al problema (o almeno illudermi per un paio di giorni) ho messo insieme le mie scarsissime competenze grafico-comunicative e le quattro regole di disegno artistico che la buonanima della professoressa Ghiosso cercò invano di trasmettermi, e ho partorito una soluzione.
Qui troverete delle abbozzatissime istruzioni grafiche da stampare a dimensioni cartello pubblicitario, colorare gioiosamente e appiccicare ad altezza figli.

Non posso garantire la certezza risolutiva, ma almeno potrete rimandarli alla consultazione dell’infografica quando vi chiederanno “ma cosa devo faaaaaare?” nonostante lo sappiano benissimo, così da limitare quanto più possibile il cazzeggio e lo sgolamento.

Per le puriste del PDF, il file è scaricabile qui sotto:
File in formato PDF
Giada

DOLCETTO O SCHERZETTO?

Se siete quelli che “Halloween è un’americanata che io non festeggerò mai“, possiamo anche salutarci qui. Se invece (come noi) trovate che questa festa sia una festa divertentissima e volete creare qualche piccola mostruosità con i vostri bambini, siete nel posto giusto! PicMonkey Collage
Iniziamo con questo tutorial per trasformare dei banali Kinder Cereali in mummie e delle classiche barrette in pipistrelli. L’idea mi è venuta curiosando un po’ in rete, quando mi sono imbattuta nel blog di un’altra mamma, “Fiorelab”, che vi consiglio sinceramente di visitare.

Per realizzare questi dolcetti vi occorreranno: FORBICI, CARTONCINO LEGGERO nero, arancio e bianco, SPAGO (io ho trovato il bicolore, ma vanno benissimo anche yuta o il filo per l’arrosto).

untitled

  1. Ritagliate un rettangolo con il cartoncino (della stessa altezza della barretta) e rivestitela fissando dietro con due punti di colla o nastro bi-adesivo.
  2. Ritagliate i due triangolini e due cerchi che vi serviranno per occhi e orecchie ed applicateli sempre con la colla. Se avete un taglia-carta per forare (tipo quello per bucare i fogli dei raccoglitori) ricavate due cerchi piccoli per fare l’interno dell’occhio, altrimenti potete dipingerlo con l’acrilico. Stessa cosa per bocca e denti.
  3. Ricavate da 3cm di cartoncino le ali, tagliandole in un unica volta, sovrapponendo i cartoncini, così da ottenerle di uguale dimensione.
  4. Io ho un piccolo taglia-carta a forma di mela ed ho ricavato questa specie di zucca. Voi potete non mettere nulla, oppure (un po’ di arancio sta bene) stampare gli adesivi tondi per vasetto che ho messo tra le grafiche scaricabili, a dimensione ridotta.
  5. Per la mummia, una volta rivestita la barretta, dovete tagliare tante strisce di carta bianca e “sporcarle un po’” (io ho usato il pennello del fard). Incollatele a piacere ed inserite gli occhi prima di applicare l’ultima.

a1

Siccome non tutti hanno familiarità con l’intaglio della carta (o tempo da perdere) posto anche questa seconda soluzione, velocissima e facilissima, per creare dei piccoli sacchettini di caramelle con zucche o Frankenstein. e

Le bustine che ho usato io sono quelle trasparenti non adesive ma ancora più pratiche sono quelle igieniche per confetti, che potete reperire in tutti i negozi di bomboniere.

Sacchettini Halloween
Per scaricare il PDF con la grafica cliccate sul link qui sotto:
Bustine Halloween

 

Come creare un bellissimo centrotavola FAI-DA-TE per Battesimo e Comunione

Care Party Mamme, finalmente ci siamo evolute: abbiamo aperto un canale Youtube!! Cercando di conciliare famiglia, lavoro e canale (possibilmente restando vive, sposate e imprenditrici) abbiamo scelto di girare e postare i tutorial il giovedì, perciò ogni settimana troverete un nostro tutorial per aiutarvi ad allestire al meglio le vostre feste. Oggi si parla di fiori e di come realizzare un bellissimo centrotavola per eventi, compleanni e battesimi, economico ed ottimo anche come idea regalo.

Date un’occhiata e, se vi piace, aiutateci a SPREADDARE L’AMMMORE condividendolo sui vostri social!!;)

Baci fioriti!
V.

DOLCETTO O SCHERZETTO?

Se siete quelli che “Halloween è un’americanata che io non festeggerò mai“, possiamo anche salutarci qui. Se invece (come noi) trovate che questa festa sia una festa divertentissima e volete creare qualche piccola mostruosità con i vostri bambini, siete nel posto giusto! PicMonkey Collage
Iniziamo con questo tutorial per trasformare dei banali Kinder Cereali in mummie e delle classiche barrette in pipistrelli. L’idea mi è venuta curiosando un po’ in rete, quando mi sono imbattuta nel blog di un’altra mamma, “Fiorelab”, che vi consiglio sinceramente di visitare.

Per realizzare questi dolcetti vi occorreranno: FORBICI, CARTONCINO LEGGERO nero, arancio e bianco, SPAGO (io ho trovato il bicolore, ma vanno benissimo anche yuta o il filo per l’arrosto).

untitled

  1. Ritagliate un rettangolo con il cartoncino (della stessa altezza della barretta) e rivestitela fissando dietro con due punti di colla o nastro bi-adesivo.
  2. Ritagliate i due triangolini e due cerchi che vi serviranno per occhi e orecchie ed applicateli sempre con la colla. Se avete un taglia-carta per forare (tipo quello per bucare i fogli dei raccoglitori) ricavate due cerchi piccoli per fare l’interno dell’occhio, altrimenti potete dipingerlo con l’acrilico. Stessa cosa per bocca e denti.
  3. Ricavate da 3cm di cartoncino le ali, tagliandole in un unica volta, sovrapponendo i cartoncini, così da ottenerle di uguale dimensione.
  4. Io ho un piccolo taglia-carta a forma di mela ed ho ricavato questa specie di zucca. Voi potete non mettere nulla, oppure (un po’ di arancio sta bene) stampare gli adesivi tondi per vasetto che ho messo tra le grafiche scaricabili, a dimensione ridotta.
  5. Per la mummia, una volta rivestita la barretta, dovete tagliare tante strisce di carta bianca e “sporcarle un po’” (io ho usato il pennello del fard). Incollatele a piacere ed inserite gli occhi prima di applicare l’ultima.

a1

Siccome non tutti hanno familiarità con l’intaglio della carta (o tempo da perdere) posto anche questa seconda soluzione, velocissima e facilissima, per creare dei piccoli sacchettini di caramelle con zucche o Frankenstein. e

Le bustine che ho usato io sono quelle trasparenti non adesive ma ancora più pratiche sono quelle igieniche per confetti, che potete reperire in tutti i negozi di bomboniere.

Sacchettini Halloween
Per scaricare il PDF con la grafica cliccate sul link qui sotto:
Bustine Halloween

 

COME SOPRAVVIVERE AL BUFFET “FAI DA TE” (IN 50 MINUTI)

Il compleanno di tuo figlio si avvicina e tu stai pensando di fare tutto da sola? Bello, ma non bellissimo, perchè potrebbe anche rivelarsi un’impresa a lieto fine come una crociera sul Titanic. Tranquilla mamma, PARTY MAMMA è ti sta lanciando una scialuppa, afferrala!

Women and Girls In Science_0_0

PUNTO 1: ASPETTATIVE REALISTICHE

Se non siamo Antonine Cannavacciule, non improvvisiamoci! Evitiamo di sperimentare finger food da aperi-cene parigine, non abbiamo nè tempo, nè mezzi. (Inoltre ai nostri figli fregherebbe poco quanto niente di mangiare prugne ripiene di ostriche, o viceversa). Cose pratiche, semplici e universalmente gradite fanno la differenza.

PUNTO 2: I BAMBINI VOGLIONO LA PIZZA

Eh si, i bambini vogliono la pizza. Invece che perdere tempo ad arrovellarci le meningi a cercare qualcosa di alternativo, ORDINIAMOGLIELA!

PUNTO: PANINI BOTTONCINO, UN EVERGREEN.IMG_5701

Ordinare i panini “bottoncino” già farciti costa caro, mentre comprarli vuoti e poi farcirli è semplicissimo, oltre che molto economico! Consideriamo che 25 panini costano circa 5 euro e si farciscono con due pacchi di affettati (Min 0.99/3.50 euro/cad max). Apriamo prima tutti i panini, senza tagliarli completamente, devono restare semi-aperti, tipo ostrica e poi farciamo. Le farciture migliori sono pomodoro e mozzarella, maionese e salame, salsa boscaiola e prosciutto cotto, burro e mortadella.

PUNTO 4: TRAMEZZINI SI, MA PREPARIAMOLI LA SERA PRIMA

Salami_TramezziniC’è chi li ama e chi li odia, ma io sono sempre a favore dei tramezzini alle feste, specie se in formato mini. Preparali è facilissimo, basta farcire l’apposito pane, generalmente con maionese, sottilette e prosciutto. Se lo farete la sera prima e avvolgerete intorno ai tramezzini un canovaccio pulito ed umido prima di riporli in frigo, il giorno dopo saranno morbidi e squisiti! Per renderli mini sarà sufficiente tagliare a metà un tramezzino normale. E stop. Se poi siete fantasiose e avete voglia di sperimentare (ma non troppo, vedi PUNTO 1 !) potete farvi un giretto sul sito DONNA CLICK e leggere qui http://www.donnaclick.it/cucina/30237/10-ricette-facili-per-i-tramezzini-piu-gustosi/

PUNTO NUMERO 5: RUSTICI SI, MA SOLO SE COMPRATI!2cb6823c975ee09b0d93e071c71c86d5

I bambini non amano particolarmente i rustici, fatta eccezione per quelli con i wurstel oppure quelli a “pizzetta”. Se deciderete quindi di inserirli nel buffet, l’unico consiglio che vi do è  di comprarli già belli e pronti! Lo so, lo so, sono facili da fare, basta un pò di pasta sfoglia… No! Non basta. Dovreste accendere il forno, prepararli, cuocerli, controllare la cottura (quasi sempre infausta), insomma, uno sbattimento senza pari! Lo sforzo non vale il risparmio, credetemi! (E pensate invece che nel tempo guadagnato potrete farvi una doccia!)

PUNTO NUMERO 6: IL TOCCO DI CLASSE

caprese-scomposta (1).jpgAlle feste ormai ci sono tanti bambini quanti genitori, non è raro quindi desiderare di stupire gli ospiti con qualcosa di veramente irresistibile. Benissimo, si può fare! Tempo fa ho trovato questa ricetta di caprese scomposta in un libro di finger food e me ne sono innamorata! Io la preparo nei bicchierini usa e getta e ci infilo dentro una forchettina di plastica trasparente. Successo assicurato.

Vi occorreranno: pomodori, pesto senz’aglio, mozzarella e rucola (già lavata).

Per preparare questa caprese scomposta dovrete lavare i pomodori, tagliarli a dadini, condirli con sale e olio EVO e metterli da parte. Frullare la mozzarella con poco olio EVO. Formare gli strati come in foto: un cucchiaio di pomodori, uno di mozzarella e uno di pesto. Guarnire con la rucola e il gioco è fatto.

PUNTO NUMERO 7: UN PO’ DI DOLCEZZA

R3ZbiSDUna delle cose che i bambini gradiscono di più è la baguette farcita con Nutella. Super facile e super veloce, la adoro! Potete guarnirla spolverizzandole sopra dello zucchero a velo, oppure (se volete una ciccionata dop) scaldate poca nutella e versatela sopra la baguette a “zig zag”, ricoprite con mini marshmallows e zuccherini, una figata pazzesca! Se poi avete a disposizione una nonna, crostata o ciambellone sono sempre benvenuti (sempre a patto che ve li prepari qualcun altro!).

Prima di chiudere vi lascio due “dritte” sulle quantità, onde evitare di mangiare avanzi per una settimana.

  • PER 15/20 PERS: 30 panini bottoncino, 30 mini-tramezzini, una ciotola patatine, e una di pop corn, una baguette con nutella, 20 bicchierini di caprese scomposta, una teglia di pizza margherita, una teglia di pizza con patate, 30 rustici con wurstel, 30 pizzette rustiche.

Vi basterà moltiplicare le quantità per creare il vostro buffet. Coraggio mamme, ce la possiamo fare!